SUAP

Comune di Villanova del Ghebbo - C.F.:82000570299 - P.Iva: 00194640298

Via Roma, 75 - 45020 Villanova del Ghebbo (RO) - 

TEL. 0425/648085 - FAX 0425/650315 - 

Codice Univoco Ufficio UFSL1G

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SUAP

Via Roma n. 75, 1° piano - Tel. 0425/669030 - Fax. 0425/650315

 

Responsabile

BORDIN MASSIMO 

 COSA E’

Il Suap rappresenta l'unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività.

Lo Sportello Unico delle Attività Produttive è un servizio diretto a fornire a coloro che, a qualsiasi titolo vi hanno interesse, l'accesso, in via telematica, a tutte le informazioni che riguardano gli adempimenti necessari per accedere alle procedure autorizzatorie, previste dal regolamento attuativo per ciascuna delle possibili attività produttive, all'elenco delle domande di autorizzazione presentate, allo stato del loro iter procedimentale, nonché a tutte le informazioni utili e disponibili.

E' possibile, attraverso il sito, accedere alle normative nazionali, regionali e comunali riguardanti le varie attività gestite dal Suap comunale ed è inoltre possibile scaricare tutta la modulistica necessaria agli adempimenti sopra descritti.

 Normativa di riferimento

DPR n. 160 del 7 settembre 2010 "Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo sportello unico per le attività produttive, ai sensi dell'articolo 38, comma 3, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 (10G0183)";

Legge n. 133 del 6 agosto 2008, art. 38 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria";

DPR n. 159 del 9 luglio 2010 "Regolamento recante i requisiti e le modalità di accreditamento delle agenzie per le imprese, a norma dell'articolo 38, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. (10G0184)";

D. Lgs n. 59 del 26 marzo 2010 (Direttiva servizi) "Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno".

 

A chi è dedicato lo Sportello Unico?

All'imprenditore, o a chi intende diventarlo per l’attivazione e l’esercizio di attività produttive e di prestazioni di servizi. Sono attività produttive le attività di produzione di beni e servizi, incluse le attività agricole, commerciali e artigianali, le attività turistiche e alberghiere, i servizi resi dalle banche e dagli intermediari finanziari ei servizi di telecomunicazioni. Per servizio si intende qualsiasi prestazione anche a carattere intellettuale svolta in forma imprenditoriale o professionale, senza vincolo di subordinazione e normalmente fornita dietro retribuzione.

E’ inoltre competente al ricevimento delle Segnalazioni Certificate di Inizio Attività (S.C.I.A.) presentate ai sensi dell’articolo 19 della Legge 7 agosto 1990 n. 241, in cui la ricevuta della segnalazione rilasciata dallo Sportello costituisce titolo autorizzatorio, fatti salvi eventuali provvedimenti interdettivi che possono essere adottati entro 60 giorni dal ricevimento della Segnalazione. Tale fattispecie corrisponde al Procedimento Automatizzato definito dal nuovo regolamento dello Sportello (art. 5 D.P.R. 160/2010).

In seguito all’applicazione delle disposizioni del D.P.R. 160/2010, lo Sportello gestirà anche le procedure attualmente soggette a S.CI.A. qualora l’esercizio dell’attività non sia subordinato esclusivamente all'accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale ovvero qualora vi siano determinati vincoli da rispettare. Potranno pertanto essere gestite con il procedimento unico di cui all’art. 7 del nuovo regolamento le attività di:

Ambiente

Commercio

Edilizia Privata

Patrimonio

Polizia Locale

Tributi

 

Il procedimento unico così come definito dal nuovo regolamento, denominato Procedimento Ordinario, si dovrà concludere entro 60 giorni dal ricevimento delle istanze, fatti salvi termini maggiori in caso di eventuali integrazioni che possono essere richieste nei primi 30 giorni ovvero in caso di ricorso alla Conferenza dei Servizi, così come disciplinata dalla Legge 241/1990 smi. Il provvedimento rilasciato sarà titolo unico per la realizzazione dell’intervento.

Competenze

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) rappresenta il punto di riferimento unico dell’imprenditore, cioè di una particolare figura di cittadino interessato ad avviare un’attività imprenditoriale, a trasformarla, a modificarla a dismetterla o a cessarla. Il SUAP nasce con il D.Lgs. 112/1998 e trova la sua compiuta regolamentazione con il D.P.R. 447/1998.

Con delibera dell Giunta Comunale n. 27 in data 7 aprile 2014 sono stati approvati i diritti di istruttoria relativi ai procedimenti gestitti dal SUAP a titolo di rimborso delle spese che l'amministrazioen sostiene per il funzionamento dello sportello:

SUAP - DIRITTI DI ISTRUTTORIA